Rieccoci con la ratifica

Vi proponiamo una serie di riflessioni sui punti all'ordine del giorno della prossima assemblea del Condominio Villaggio Turas Residence che si terrà il 09/08/2019, cominciamo con analizzare il primo punto all'ordine del giorno: "approvazione consuntivo 01/07/18 - 30/06/19, ratifica delibera del 30/12/2018;".

Come da sua consolidata abitudine il King abilmente mimetizza nell’ordine del giorno della prossima assemblea di condominio uno dei suoi più celebri cavalli di battaglia del suo vasto repertorio: “LA RATIFICA”.

Per l’ennesima volta il “Popolo del King” sarà chiamato a dare un colpo di spugna sulla “particolare” condotta del suo re.

Facciamo un passo indietro, il 30/12/2018 alle ore 9,00 in seconda convocazione si è tenuta l’assemblea del condominio “Villaggio Turas - Residence - Bosa Marina e Magomadas”, l’articolo 1136 c.c. (legge dello Stato Italiano) prevede che l’assemblea in seconda convocazione è regolarmente costituita con l’intervento di tanti condomini che rappresentino almeno un terzo del valore dell’intero edificio (1000/3= 333,333 millesimi) e un terzo dei partecipanti al condominio (119:3= 39,6666).

Diciamo che, con tutte le deleghe, i millesimi presenti all’assemblea del 30/12/2018 erano 622,089 ma invece i condomini presenti erano solo 11, ne mancavano 28,6666.

Alla luce di questi numeri l’assemblea del condominio non era regolarmente costituita ma questo non ha impedito al King e ai suoi fedelissimi di andare avanti lo stesso.

Ci sono ben due sentenze della Corte d’Appello di Cagliari che hanno rispettivamente dichiarato nulla tutta la delibera dell’assemblea del condominio Villaggio Turas - Residence - Bosa Marina e Magomadas del 09/08/2008 e nullo il punto 3) all’ordine del giorno della stessa delibera, facendo così tornare in “vigore” il regolamento di Condominio approvato il 02/08/1985.

Ipotizziamo che invece di tre deleghe come prevede il regolamento di condominio del 02/08/1985, si possano avere cinque deleghe a testa.

Sempre nella famosa assemblea di capodanno c’erano ben cinque persone che avevano sei deleghe.

Dunque:

  1. L’assemblea non era regolarmente costituita;
  2. Il numero massimo di deleghe consentito non è stato rispettato;
  3. Il Sig. Rocco Semeraro che, per legge, non può essere eletto è stato eletto;
  4. Il Sig. Rocco Semeraro continua a non rispettare quanto previsto dall’articolo 1129 c.c. che prevede che: “L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta”.
  5. Nell’assemblea sono stati approvati punti che non erano all’ordine del giorno

In pratica chi ratificherà la delibera dell’assemblea del 30/12/2018 deve essere cosciente del fatto che nulla di quanto è stato fatto o deliberato è conforme con quanto è previsto dalla legge dello Stato Italiano.

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.