Punto 4 all'ordine del giorno la Rete Idrica (di chi è la rete idrica?)

Ma di chi è questa rete idrica? La rete idrica insieme al depuratore è uno degli "oggetti più misteriosi e più costosi del King"!
Sfatiamo una volta per tutte la REGINA delle FAKE NEWS del King!
Facciamo un passo indietro nel tempo, è il 25/03/2009 il Consiglio Comunale del Comune di Magomadas con la delibera n. 7 all'articolo 3 dichiara: "DI INDICARE a titolo indicativo e non esecutivo le seguenti opere da concedere per anni 29 (ventinove) in concessione: aree verdi;
 strade;
 campo da tennis; 
rete illuminazione pubblica; reti idrica e fognaria".
Non è un errore! Se avete voglia di verificare mettiamo a vostra disposizione la copia della delibera del Consiglio Comunale del Comune di Magomadas n. 7 del 25/03/2009 a questo link.

Ma oggi ci sentiamo in vena di stupirvi ancora di più sapete cosa è previsto nell'art. 2 della stessa delibera? Viene stabilito che: "La cessione delle opere di urbanizzazione per un periodo di anni 29 (ventinove) in cambio delle opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, e consentendo dell'utilizzo del campo da tennis ai residenti del comune di Magomadas e l'uso della piscina privata agli alunni della scuola dell'obbligo del comune di Magomadas per due settimane all'anno entro il mese di giugno".
Signori Condomini la rete idrica è del Comune di Magomadas!
Il condominio, si è "impegnato" a fare l'ordinaria e la straordinaria manutenzione della rete idrica che serve le abitazioni che si trovano nel Comune di Magomadas.
Il 12/08/2009 il Comune di Magomadas e il Condominio Villaggio Turas Residence Bosa Marina e Magomadas hanno firmato una convenzione che ha per oggetto: "Convenzione per l'affidamento della provvisoria gestione delle opere di urbanizzazione e del verde pubblico, realizzate nel Villaggio Turas nelle more delle operazioni di collaudo". Tutti gli obblighi derivanti dalla firma della suddetta concessione riguardano solo ed esclusivamente le unità immobiliari edificate nel Comune di Magomadas e, di conseguenza, i loro proprietari.
Dal 2004 al 2017 (poi il King non ci ha più fornito la specifica delle spese) il Condominio Villaggio Turas Residence Bosa Marina e Magomadas ha speso € 22.802,85 per Abbanoa e ben € 183.046,44 per la manutenzione della rete idrica.
In pratica il condominio per la sola manutenzione della rete idrica ha speso € 14.080,49 all'anno, più di € 1.000,00 al mese.
Ci sembra normale rimanere di stucco quando leggiamo che il 4 punto all'ordine del giorno della prossima assemblea prevede: "Rete idrica: intervento importante - sostituzione di tutte le saracinesche, valvole di ritegno, raccordi e tratti di tubazioni in mannesman. Approvazione quota fissa 100,00 per ciascuna unità immobiliare per tutti".
Ma allora quello che è stato speso fino ad oggi a cosa è servito? Quante saracinesche ci sono nell'impianto idrico del Condominio Villaggio Turas Residence Bosa Marina e Magomadas? È possibile che si siano rotte tutte insieme?
Nel 2005 l'assemblea del Condominio Villaggio Turas Residence Bosa Marina e Magomadas delibera a seguito dell'analisi del punto 12 all'ordine del giorno "Approvvigionamento idrico": "Il Presidente, sulla base delle delibere assembleari precedenti, decide che ogni unità abitativa debba essere dotata di contatore per la misura dei consumi dell'acqua e incarica l 'amministratore ad intervenire immediatamente addebitando i costi ai condomini sprovvisti di contatore. In seguito a ciò viene eliminata la quota fissa richiesta di €20 e verrà pagato solo il consumo", questa ci sembra una palese dichiarazione di incapacità da parte del King.
Dopo la "disastrosa gestione" del Sig. Iseppi terminata con la rielezione del King il 09/08/2004 il condominio decide di installare i contatori dell'acqua e che il consumo dell'acqua deve essere addebitato per l'effettivo consumo e, udite udite, abolisce la quota fissa di € 20,00.
Qual'é il risutato di 13 anni di gestione del King?

Non solo scopriamo che ha mal utilizzato € 183.046,44 per la manutenzione della rete idrica Comunale, ma che addirittura è costretto a chiedere di nuovo: "Approvazione quota fissa 100,00 per ciascuna unità immobiliare per tutti".
Tenete conto del fatto che fino ad oggi, tolti i € 22.802,85 che abbiamo pagato ad Abbanoa, non abbiamo pagato un solo euro per l'effettivo consumo di acqua ci sono stati addebitati solo costi di manutenzione della rete idrica.
Ma allora i 100,00 euro per cosa sono? Dovrebbero essere pagati in previsione di altri futuri e indispensabili lavori di manutenzione della rete idrica per la quale il King ci sta già chiedendo "un intervento importante"?
Alla luce dei € 183.046,44 buttati al vento, ci sembrerebbe opportuno incaricare un tecnico competente (che fatturi il suo lavoro) che confrontandosi con l'ufficio tecnico del Comune di Magomadas, legittimo proprietario della rete idrica, e con Abbanoa, gestore designato dalla Regione Sardegna, ci dia una idea dettagliata e non sommaria delle pecche della rete idrica e ci consigli dei lavori definitivi se effettivamente risulterà che dovranno essere fatti.

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.