Scommettiamo che .......

Con l’ormai tristemente famosa “NON ASSEMBLEA “ del giorno 11/08/2018 il grande King ha già toccato il fondo.

E, ovviamente, continua a dare la colpa di tutti i mali del condominio ai famosi “condomini morosi” infatti scrive: “Mi scuso con Voi per l'inconveniente relativo alla forma dell'ultima convocazione, viziata dalla cronica e grave morosità di qualche condomino, che ha di fatto compromesso la disponibilità di cassa del condominio, costringendomi a contenere anche i costi apparentemente meno significativi. A breve riconvocherò l'assemblea ordinaria”.

Ma sommo King il saldo positivo del conto corrente condominiale la smentisce, perché nascondersi dietro un “impedimento” così facilmente confutabile?

La frase che più ci ha colpito è: “A breve riconvocherò l'assemblea ordinaria”, ma se sono più di quattro mesi che aspettiamo che “a breve” lei convochi l’assemblea.

E come mai in tutto questo tempo non ha ritenuto opportuno spiegare ai condomini perché 47.302,69 euro nell’esercizio 01/07/16 - 30/06/17 non sono transitati sul conto corrente condominiale?

Forse perché non può?

In realtà dovrebbe spiegare come ben 175.849,52 euro negli ultimi cinque anni non sono transitati sul conto corrente condominiale cioè circa 30.000,00 euro l’anno che invece diventano 315.097,05 euro se si analizzano gli ultimi dieci anni cioè circa 31.509,70 euro l’anno.

La sua tesi che nella zona di Bosa e Magomadas le persone non vogliono fare fatture e vogliono lavorare solo in nero e per questo lei è costretto a “dirottare” i soldi del condominio ci sembra gravissima e surreale!

Sappiamo che nel regno del King la legge dello Stato Italiano non conta, ma non ci risulta che tutti i fornitori del condominio vivano nel regno del King e quelli che ci vivono, essendo dei condomini, dovrebbero essere i primi a pretendere chiarezza nei conti del condominio almeno per rispetto e correttezza verso gli altri condomini.

Caro King il tentativo che lei ha messo in atto nella “NON ASSEMBLEA “ del giorno 11/08/2018 di muovere a compassione tutti i condomini con la ormai trita e ritrita tesi del complotto ai suoi danni non ha funzionato.

Non c’è stata quella sollevazione popolare che lei auspicava contro il perfido Dolci e i perfidi condomini morosi che non vogliono il bene del condominio.

Anzi alla fine ci sembra che la “NON ASSEMBLEA “si sia rivelata molto dannosa per il suo prestigio.

Come si dice: “la paura fa 90” e noi crediamo proprio che la paura di affrontare la possibilità che anche il famoso “bilancio fantasma” relativo alla stagione 01/07/2017 - 30/06/2018 che, fra l'altro, ha visto solo lei possa essere confutato dai relativi estratti conto la spingerà a mettere in atto uno dei suoi famosi stratagemmi per non affrontare la verità.

Ci ha messo quattro mesi, ma siamo sicuri di non sbagliare dichiarando che l’unico mezzo che la sua “scaltra mente” ha escogitato sarà quello di indire una assemblea il 23/12/2018 in prima convocazione e il 24/12/2018 in seconda convocazione se non addirittura il 29/12/2018 in prima convocazione e il 30/12/2018 in modo che non possa partecipare la maggior parte dei condomini.

Crediamo sia più probabile la seconda ipotesi perché deve esserle arrivata alle orecchie la vocina che l’amministratore di condominio che entro 180 giorni dalla fine dell’esercizio non rende il conto della gestione viene dichiarato automaticamente decaduto dall’autorità giudiziaria e quale maggiore soddisfazione di "gabbare" la legge l'ultimo giorno ........

E allora che farà sommo King ci proporrà di nuovo il gioco delle tre carte con le sue famose "deleghe tarocche"? Farà l’assemblea da solo con i suoi quattro "discepoli autoctoni" auto incensandosi da solo e acclamandosi da solo?

Caro King un condottiero come lei deve affrontare le sue paure, abbia il coraggio di affrontarci, alla fine anche per l’Impero Romano il “divide et impera” non ha più funzionato, intanto lo sa che i suoi conti non tornano neanche questa volta.

Si ricordi che la prorogatio non esiste più, la aspettiamo in assemblea il 24 il 29 o quando vorrà lei solo come condomino e non come amministratore perché lei non è niente e non rappresenta nessuno.

A presto ....... tic tac ... tic tac ... tic tac ...

Questo sito si serve di cookies tecnici e di terze parti per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'uso dei cookies.