Molti si sono domandati quale fosse il significato della favola del più saggio del villaggio, in effetti non ha ne un significato ne una morale ma è solo una metafora per spiegare che se una persona riceve qualcosa e decide di non utilizzarla per un qualsivoglia motivo, nel momento in cui decide di restituirla deve avere qualcosa di tangibile da restituire, nel caso del più saggio del villaggio, 5Kg di riso ogni anno per 10 anni cioè 50 Kg di grano.
Cerchiamo di ricondurre la favola del più saggio del villaggio nel regno del King.
Il giorno 14/08/12 il King finalmente decide che è giunto il momento di pagare i suoi debiti nei confronti del condominio perché, dopo quasi undici anni di guerra, è riuscito a sconfiggere Jurgen il cattivissimo capo della terribile tribù degli Sbbimmo germanici e dopo un lungo assedio è riuscito a riconquistatare il suo maniero.

Poco importa al King che in questi quasi 11 anni di guerra avrebbe comunque dovuto pagare i suoi debiti perché così prevede la legge, perché, come tutti ormai sappiamo bene, nel regno del King c’è solo la legge del King.
Il King, sin dal 2004, ogni anno riceveva dagli altri condomini una ricompensa perché metteva a disposizione del condominio le sue doti da grande imprenditore, di uomo onesto e d’integerrimo amministratore.
Ma, a differenza di quanto fa il più saggio del villaggio, il King nel 2012 invece di restituire al condominio i soldi ricevuti per la sua attività non restituisce nulla.
L’ormai nota scaltrezza del King mette in atto un “coup de théâtre” che disorienta i condomini, li stordisce e li manda a casa con le tasche vuote ma fieri del loro King.
Ogni anno il King fa un “Bilancio Preventivo” nel quale dice ai condomini quanto prevede di spendere per amministrare il condominio, l’assemblea approva il “Bilancio Preventivo” del King e sulla previsione di spesa fatta dal King i condomini versano la quota prevista per ognuno di loro.
Alla fine dell’anno il King redige un “Bilancio Consuntivo” con il quale dice ai condomini quanto ha effettivamente speso per amministrare il condominio.
Se il King riesce a spendere meno di quanto aveva previsto nel “Bilancio Preventivo” mostra a tutti il “Bilancio Consuntivo” orgoglioso per quanto è riuscito a far risparmiare ai condomini e i condomini a loro volta, acclamano ed osannano il King per la sua abilità di grande manager ed imprenditore che gli ha fatto risparmiare un sacco di soldi.
Il “Bilancio Consuntivo” viene approvato dall’assemblea dei condomini e il King è al riparo da ogni azione di rivalsa nei suoi confronti.
Ritornando al paragone con il più saggio del Villaggio, se nel “Bilancio Preventivo” fosse stabilito che in quell’anno per il lavoro svolto per il condominio il King dovrà ricevere 5 KG di grano, vuol dire che nella quota che ogni condomino verserà è inclusa la sua quantità di grano necessaria a pagare il tributo annuale al King (i 5Kg di grano saranno divisi per i millesimi di proprietà di ogni condomino).
Se il King decidesse di non usare i suoi 5 Kg di grano annuali pur avendoli ricevuti dai condomini che, ricordiamo, pagano le loro quote annuali sulla base del “Bilancio Preventivo”, il King, dovrebbe avere nel suo deposito (in questo caso il conto corrente condominiale), i 5 Kg di grano (in questo caso l’ammontare in euro del suo compenso non ha utilizzato).
In base a questo ragionamento il 14/08/2012, giorno in cui il King decide di pagare i suoi debiti al condominio, nel suo “deposito” (il conto corrente condominiale), dovevano esserci 95.413,42 euro di compensi non prelevati dal King.


Ma invece dagli estratti conto del conto corrente condominiale (il deposito del King) risulta che i 95.413,42 non c’erano.
Ma allora non è come nella favola del più saggio del villaggio che restituisce 50 Kg di grano agli abitanti del villaggio, se i compensi del King nel conto corrente condominiale non c’erano il King non ha restituito nulla.
Facciamo un esempio pratico per i più distratti: il King nel “Bilancio Preventivo” dice che servono 1.000,00 euro per amministrare il condominio e, d’accordo con gli altri condomini, stabilisce che di quei 1.000,00 euro 200,00 euro serviranno a pagare i suoi compensi. I Condomini versano nelle casse del condominio 1.000,00 euro, il King userà 800 euro per amministrare il condominio e lascerà i 200,00 euro che ha deciso di non utilizzare nel conto corrente condominiale perché è li che il King deve versare le quote che riceve dai condomini. Alla fine dell’anno il King dice: sono stato bravo invece di 1.000,00 euro ho usato solo 700,00 euro, di questi i 200,00 per i miei compensi non li ho presi e li ho lasciati nel conto corrente condominiale e con 500,00 euro ho pagato tutte le spese per cui nel conto corrente condominiale ci sono, oltre ai 200,00 euro che non ho preso, 300,00 euro in più che vi restituirò.
Ma caro King i conti non tornano!!!!
Se lei, che è anche un condomino, non ha pagato i suoi 20,00 euro annui di spese condominiali e i 200,00 euro dei suoi compensi che sostiene di non aver preso nel conto corrente condominiale non ci sono, o ha speso 220 euro in più o qualcuno li ha presi e il condominio è più povero di 220 euro. Per pura ipotesi e solo per pura ipotesi non è che quella parte di soldi che lei misteriosamente ed inspiegabilmente non fà transitare, come la legge le impone sul conto corrente condominiale per distrazione e ripetiamo solo per distrazione c'erano anche i suoi 200,00 euro?
In pratica lei, non solo non ha pagato nulla ma non ha restituito nulla e non ha fatto risparmiare nulla al condominio.
Ma questo non vi ricorda un po’ il gioco delle tre carte?


Adesso, purtroppo, dobbiamo confrontarci con la realtà dei numeri veri e per farlo vi proponiamo delle tabelle che speriamo vi possano essere di aiuto per capire cosa è successo realmente. Nella prima quantificheremo quanti compensi il King avrebbe dovuto incassare dall’esercizio 2004/2008 all’esercizio 2011/2012, e quanto avrebbe dovuto avere il 14/08/2012 sul conto corrente condominiale.

  2004/2005 2005/2006 2006/2007 2007/2008 2008/2009 2009/2010 2010/2011 2011/2012 TOTALI
Compensi deliberati 12.500,00 16.000,00 16.000,00 16.000,00 18.000,00 18.000,00 18.000,00 18.000,00 132.500,00
Compensi incassati 4.700,00 4.372,08 16.190,23 4.530,00 0,00 2.194,18 1.800,09 3.300,00 37.086,58
Compensi da incassare 7.800,00 11.627,92 -190,23 11.470,00 18.000,00 15.805,82 16.199,91 14.700,00 95.413,42


Come possiamo facilmente rilevare dalla tabella il King al 30/06/2012 avrebbe dovuto avere sul conto corrente condominiale 95.413,42 euro ma, “incredibile dictu”, il saldo del conto corrente condominiale al 30/06/2012 era di soli 1.532,98 euro.
Allora come fa il King nel suo rendiconto fatto nella sua qualità di Custode Giudiziario a scrivere al Tribunale di Oristano: “Si informa l’Ill. mo Tribunale che, sia la Società Centro Vacanze Crastu Ruggiu Srl, sia il signor Rocco Semeraro, in data 14 agosto 2012, hanno provveduto a versare al Condominio Villaggio Turas le quote condominiali pregresse maturate al 30 giugno 2012 - mai corrisposte dalle Società convenute affittuarie dell’Azienda - per un ammontare di Euro 58.426,66, relativamente agli appartamenti di proprietà della Centro Vacanze Crastu Ruggiu Srl e di € 14.552,95 Euro per gli appartamenti 4-7-9- 14res riconducibili al signor Rocco Semeraro. In totale, dunque, sono stati pagati € 72.979,61 Euro, a titolo di quote condominiali maturate al 30 giugno 2012 in relazione agli immobili oggetto di custodia. (DOC. N. 10). Di tali importi si domanda il rimborso.”?
O sommo King, se nel conto corrente condominiale i 95.413,42 euro non c’erano lei come ha pagato i suoi debiti con il condominio?
Eppure i condomini quei 95.413,42 euro li hanno versati nelle casse del condominio.


Per dimostrarvelo, di seguito, vi proponiamo una tabella che riassume quanto il King ha stabilito che i condomini avrebbero dovuto versare nei "Bilanci Preventivi" e quanto invece è stato speso nel "Bilancio Consuntivo".

  Preventivo Consuntivo Differenza
01/07/08-30/06/09 121.233,29 107.773,29 13.460,00
01/07/09-30/06/10 128.000,00 114.641,12 13.358,88
01/07/10-30/06/11 144.000,00 144.000,00 0,00
01/07/11-30/06/12 148.000,00 107.277,16 40.722,84
01/07/12-30/06/13 149.008,95 112.093,09 36.915,86
01/07/13-30/06/14 188.499,62 126.310,68 62.188,94
01/07/14-30/06/15 193.000,00 118.602,95 74.397,05
01/07/15-30/06/16 201.153,36 125.010,13 76.143,23
01/07/16-30/06/17 238.777,14 136.093,93 102.683,21
TOTALI 1.511.672,36 1.091.802,35 419.870,01

Dunque fra quello che i condomini hanno versato secondo quanto previsto nei Bilanci Preventivi e quello che il King ha certificato di aver speso nei Bilanci Consuntivi rimane una differenza a favore dei condomini di ben 419.870,01 euro.
Ma dove sono questi 419.870,01 euro?
Pensate che sia finita così, purtroppo no!!!!!


Ci rimane un'ultima tabella che riassume quanto il King ha dichiarato di aver incassato nei Bilanci Consunti e quello che in realtà è stato versato sul conto corrente del condominio e quanto il King ha dichiarato di aver speso nei Bilanci Consuntivi e quello che in realtà è stato pagato dal conto corrente condominiale.

  INCASSI SPESE
  Incassi da Consuntivo Versati su conto corrente condominiale
Differenza Spese da Consuntivo Usciti dal conto corrente condominiale
Differenza
01/07/08-30/06/09 87.385,78 74.399,08 12.986,70 107.773,29 74.787,49 32.985,80
01/07/09-30/06/10 106.060,39 57.201,25 48.859,14 114.641,12 54.534,69 60.106,43
01/07/10-30/06/11 111.163,95 64.777,03 46.386,92 144.000,00 66.397,78 77.602,22
01/07/11-30/06/12 103.705,54 72.690,77 31.014,77 107.277,16 72.207,60 35.069,56
01/07/12-30/06/13 114.772,48 83.530,83 29.241,65 112.093,09 85.153,79 26.939,30
01/07/13-30/06/14 133.291,49 117.652,82 15.638,67 126.310,68 115.114,52 11.196,16
01/07/14-30/06/15 116.832,61 83.500,73 33.331,88 118.602,95 86.201,82 32.401,13
01/07/15-30/06/16 122.606,66 72.272,03 50.334,63 125.010,13 72.292,27 52.717,86
01/07/16-30/06/17 136.093,93 88.791,24 47.302,69 136.093,93 88.197,47 47.896,46
 TOTALI 1.031.912,83 716.815,78 315.097,05 1.091.802,35 714.887,43 376.914,92

Non spaventatevi!!!!!
Leggiamo la prima riga: il King nel Bilancio Consuntivo 01/07/2008 - 30/06/2009 dichiara di aver incassato 87.385,78 euro però nel conto corrente condominiale vengono versati solo 74.399,08 tutto questo significa che 12.986,70 euro non si sa dove sono finiti; sempre nel Bilancio Consuntivo 01/07/2008 - 30/06/2009, il King, dichiara di aver speso 107.773,29 euro ma dal conto corrente condominiale escono solo 74.787,49 euro tutto questo significa che non sappiamo come sono stati spesi 32.985,90 euro e, di conseguenza, chi li ha presi.
Adesso prendiamo in considerazione i Totali: il King nei Bilanci Consuntivi degli ultimi nove anni dal 01/07/2008 al 30/06/2017 dichiara di aver incassato 1.031.912,83 euro però nel conto corrente condominiale sono stati versati solo 716.815,78 tutto questo significa che 315.097,05 euro non si sa dove sono finiti; sempre nei Bilanci Consuntivi degli ultimi nove anni dal 01/07/2008 al 30/06/2017, il King, dichiara di aver speso 1.091.802,35 euro ma dal conto corrente condominiale escono solo 714.887,43 euro tutto questo significa che non sappiamo come sono stati spesi 376.914,92 euro e chi li ha presi.
Queste MACROSCOPICHE differenze contabili significano che se prendiamo in considerazione quanto è uscito dal conto corrente condominiale, l'esercizio 01/07/2008 - 30/06/2009 al condominio è costato 74.787,49 e ad ogni condomino è costato 74.787,49/1.000=74,78 euro moltiplicato per i millesimi di proprietà di ciascun condomino, se prendiamo in considerazione il Bilancio Consuntivo dell'esercizio 01/07/2008 - 30/06/2009 al condominio è costato 107.773,29 e ad ogni condomino è costato 107.773,29/1.000=107,77 euro moltiplicato per i millesimi di proprietà di ciascun condomino.


Dunque, grazie ai conti fatti dal King nel Bilancio Consuntivo, ogni condomino ha pagato 107,77 - 74,78 = 28,99 euro in più per ogni millesimo.
Ma chi ha verificato i conti del King?
L'articolo 16 del regolamento di condominio “Designazione e compiti del Consiglio di Condominio" fra le altre cose prevede che: “omissis .... collabora con l’amministratore esercitando nel contempo funzioni di controllo sulla gestione tecnica e amministrativa del Condominio omissis ....” e inoltre: “Redige una relazione sul bilancio consuntivo riassuntiva delle operazioni di verifica e controllo eseguite, da proporre all’assemblea di Condominio”.
È incomprensibile perché, nonostante nel regolamento di condominio sia chiaramente indicato il compito del consiglio di condominio, l’assemblea di condominio abbia continuato a nominare quasi sempre gli stessi consiglieri. È altrettanto incomprensibile la presenza nel consiglio di condominio per otto anni consecutivi del “non condomino” Ledda Giuseppe il quale in barba alla legge sulla privacy sono tutti questi anni che mette le mani in un bilancio condominiale di un condominio al quale non appartiene. Oltretutto si è anche proposto varie volte come “revisore contabile” pur non avendo alcuna competenza specifica come varie volte rilevato dall’assemblea dei condomini del Condominio Villaggio Turas Residence. Il “non condomino” Ledda tocca l’apice della sua “carriera” quando nell’assemblea del 11/08/2012 si legge: “Il consigliere Ledda illustra, a nome dei consiglieri, la relazione allegata alla convocazione” e successivamente: “Interviene il condomino Ledda che dichiara che Semeraro è creditore nei confronti del condominio per circa 100.000 (centomila/00)” vorrà dire che se le nostre tesi sono esatte e il King non vantava nessun credito nei confronti del condominio, potremo chiederne conto al “non condomino” Ledda. Ci sembra necessario citare, a proposito del “gioco delle tre carte”, la dichiarazione con la quale precisa: “Interviene il sig. Semeraro che precisa non ho mai preso il compenso fin dal 2004 perché sapevo di aver sbagliato con il tedesco e che lui non avrebbe onorato i debiti condominiali; l’Assemblea ha sempre approvato, i miei crediti sono stati imputati ai debiti condominiali; formalizzo pertanto la cessione, fino a concorrenza, del relativo credito Crastu Ruggiu srl del mio credito nei confronti del condominio; per quanto riguardo le unità immobiliari a me personalmente intestate, si è già verificata compensazione per i pari importi e chiedo che se ne dia atto.”.
Come possiamo facilmente evincere dalla tabella che sopra riassume i compensi del grande King, nel 2012 non è vero che non aveva incassato "il compenso" dal 2004 infatti aveva incassato la modica cifra di 37.086,58 euro senza mai pagare le quote condominiali.


Ma la cosa che più di ogni altra dà la misura di quanto sia integerrimo il King è questa dichiarazione fatta  all'assemblea dei condomini: "per quanto riguardo le unità immobiliari a me personalmente intestate, si è già verificata compensazione per i pari importi e chiedo che se ne dia atto.".Ma King le aveva vendute nel 2005, nel 2012 non erano sue da sette anni.
A meno che la Tate s.r.l. in liquidazione non le abbia acquistate da lei nel 2012 a questo punto, sulla base della sua dichiarazione che abbiamo riportato sopra, le chiediamo, nella prossima assemblea, di far vedere il rogito che lei ha fatto con la Tate s.r.l. in liquidazione nel 2012, a meno che lei e il Sig. Orlandin, proprietario di uno dei quattro appartamenti che non è mai stato di sua proprietà, non abbiate ceduto lo proprietà di quattro appartamenti per poi essere pagati nel 2005.
Potremmo scrivere un libro con altri mille esempi della limpidezza del comportamento del King, l'unica cosa che ci sentiamo di aggiungere è questa: la cronica assenza di turisti nel Villaggio Turas negli ultimi cinque anni ci ha dimostrato l'inadeguatezza del King a risollevare le "sorti turistiche" del villaggio Turas.
La totale mancanza di turisti dell'ultima stagione appena trascorsa ha dimostrato ancora di più che il King non è mai stato l'artefice della "fortuna turistica" del villaggio Turas, ma che si è sempre vantato a sproposito sfruttando le capacità e la professionalità di altre persone.
Tutto questo, ancor più della crisi, sta deprezzando l'investimento di tutti i condomini nel villaggio Turas.
I cronici problemi fognari, il depuratore e la dubbia provenienza e utizzabilità dell'acqua che tutti usano per lavarsi e per cucinare non consentono di investire per incrementare il turismo perché il Villaggio Turas potrebbe essere chiuso dall'autorità in qualsiasi momento.
Il perché i soldi di tutti i condomini debbano dipendere dal volere del King, a sua volta appoggiato da pochi fedeli che certo un tornaconto lo debbono avere per forza, è un mistero tutto italiano.
Noi ce la stiamo mettendo tutta per aprirvi gli occhi ma, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.